pasqualeavolio.ilcannocchiale.it

pasqualeavolio | Il Cannocchiale blog

Le seguenti informazioni sono solo una stima di . I visitatori della pagina web, valore, reddito, posizione ecc possono variare molto da un giorno all'altro. La nostra stima di visitatori e di reddito, si basa solo su statistiche da un momento specifico in un giorno specifico. Si consiglia di visitare il sito frequentemente per vedere se il sito aumenta o diminuisce in valore. :-)

Entrate pubblicitarie e visitatori

Pagine Viste Giornaliere54
reddito giornaliero1 £
reddito mensile27 £
Guadagno annuo329 £
andamento del trafficoAlexa chart
Info ultimo aggiornamento: 2017-03-08

Che cosa è pasqualeavolio | Il Cannocchiale blog?

Esempio Per fortuna possiamo contare ancora su docenti che affrontano con gli studenti tali problemi urgenti, educandoli a quella responsabilità che ogni singolo cittadino, e soprattutto chi amministra, deve avere verso i beni comuni! Quella della comunità scolastica del Liceo Saffo non mi sembra pertanto una posizione di parte, qual è purtroppo, sfacciatamente, quella di Pavone."       Liceo Saffo Roseto degli Abruzzi Viriol D'Ambrosio Riserva Borsacchio Pasqual...

Analisi SEO

Alexa rank#N/A
Dimensione93 KiB
3 KiB
Rapporto Content-HTML2.2% testo VS 97.8% html
H1-6 tagH3:                                                                                 Franco Sbrolla  
H3:  
H3:  Il 14 aprile 2011, un altra proposta, presentata dal capogruppo del PdL Lanfranco Venturoni,  prevede la totale cancellazione dell’area protetta.
H3: A seguire, in data 7 marzo 2006, le societa Cor.pro.Italia e Terracon presentarono un’istanza congiunta denominata “Sant’Anna”, mentre una terza istanza, denominata “Villa Mazzarosa”, arrivò il 31 marzo 2006 dalla società Intergas Più (diventata poi Medoilgas Italia).
H3: A tal proposito, la potentissima Assomineraria, l’associazione delle società petrolifere, ha  ripetuto, nelle ultime Assemblee, la seguente frase: “L’Abruzzo e l’Emilia Romagna sono le regioni che potrebbero consentire la maggiore concentrazione di distretti petroliferi”.
H3: Adesso, in quel territorio,  ci sono 60 pozzi petroliferi in attività, che, unitamente al Centro Oli di Viggiano, con le sue esalazioni tossiche e i continui riversamenti inquinanti, hanno stravolto la qualità della vita dei residenti. Qui da noi, l’alfiere della riperimetrazione è stato il consigliere regionale Berardo Rabbuffo, eletto nel listino di Gianni Chiodi e passato poi dal PdL a Fli, che il 29 ottobre 2009 ha presentato un progetto di legge per ridurre la superficie della Riserva Borsacchio da 1187,67 a 314,81 Ha.
H3: Analoga richiesta venne inoltrata dalla società Bluserena di Montesilvano, e il medesimo Comitato la bocciò, in data 22 gennaio 2008, perché la realizzazione di un megavillaggio turistico all’interno della Riserva naturale Borsacchio era “incompatibile, dal punto di vista ambientale ed urbanistico, con la tutela di quel tratto di costa riservato all’istituzione di un’area protetta”.
H3: Con lo stesso procedimento ministeriale, alcune società avevano ottenuto, nella Regione Basilicata, i permessi per le ricerche di idrocarburi, e siccome anche lì esisteva un’area protetta, lo stupendo Parco Nazionale della Val d’Agri – Lagonegrese, il parco è stato più volte riperimetrato.  
H3: Dico abusivi perché la Guardia Forestale e i Carabinieri, che intervennero dopo averli avvisati, compilarono due distinti verbali, in quanto il mezzo cingolato, carico di attrezzi, aveva attraversato tutta l’area demaniale senza alcun permesso, e i lavori in corso erano vietati all’interno della Riserva naturale Borsacchio.
H3: E mentre rimane indelebile la catastrofe ambientale di due anni fa nel Golfo del Messico, e in questi giorni una nube velenosa e infiammabile, fuoriuscita al largo della Scozia durante l’estrazione di idrocarburi, minaccia altri disastri, in Abruzzo, più della metà della terraferma, e l’intero mare antistante la costa, sono interessati dall’attività di ricerca, estrazione e stoccaggio.
H3: E se si avverasse la previsione, e l’Abruzzo diventasse il Texas dell’Italia, chi ci guadagnerebbe?
H3: I sondaggi ebbero sicuramente un positivo riscontro e il 29 novembre 2005, la società Energia della Concordia presentò al Ministero dello Sviluppo Economico l’istanza denominata “Roseto degli Abruzzi”, per la ricerca di idrocarburi in un’area di 13,4 Kmq., dalla battigia alla collina, che partendo da Cologna arriva fino a Scerne di Pineto.
H3: Il Sindaco si è poi vantato di aver ampliato l’estensione della Riserva inserendovi le alture calanchive, ma, nel contempo, per favorire la Consorteria degli Affari, ha ridotto  di alcuni Kmq.  la fascia costiera, già riconosciuta “di notevole interesse pubblico” dal Decreto Ministeriale del 27 marzo 1963.
H3: La moratoria sulle ricerche petrolifere, imposta dalla L.R. n. 2 del 10 marzo 2008, e dalle successive integrazioni, fece sospendere l’iter fino al 31 dicembre 2009, ma poi, con un’altra lettera inviata il 12 febbraio 2010, il Ministero comunicò alla Regione Abruzzo la ripresa del programma.
H3: La pronuncia sull’istanza “Villa Mazzarosa”, che interessa Roseto e Pineto, avrà degli effetti, positivi o negativi, anche sulle richieste ancora all’esame del Ministero dello Sviluppo Economico.
H3: Le tre istanze erano identiche e il Ministero scelse l’ultima arrivata, che il 9 maggio 2006 iniziò il procedimento. Il 13 dicembre, l’esame del Comitato Tecnico per gli Idrocarburi e la Geotermia diede parere favorevole e il 18 ottobre 2007 l’ing. Fausto Ingravalle, direttore dell’Ufficio F3, firmò la lettera indirizzata alla Regione Abruzzo e al Ministero dell’Ambiente, che comunicava il programma di lavoro espresso dal CTIG .
H3: Mancava il contributo del Pd, che è arrivato il 12 maggio 2011, con un progetto di riperimetrazione firmato dal capogruppo Camillo D’Alessandro e dagli altri cinque consiglieri: Ruffini, Di Luca, D’Amico, Di Pangrazio e Sclocco.
H3: Ne discende che lo sviluppo dell’Abruzzo, sempre tirato in ballo dall’Assomineraria, è soltanto uno specchietto per le allodole, in quanto la Basilicata, dove il petrolio si estrae e si lavora da tanti anni, è rimasta, tuttora, nel gruppetto delle regioni più povere e con la peggiore qualità della vita.   
H3: Per quanto riguarda la Provincia di Teramo, ci sono altre quattro istanze (Cipressi, Colle dei Nidi, Corropoli e Villa Carbone), che coinvolgono i Comuni di Atri, Castiglione M.R., Castilenti, Cellino A., Montefino, Bellante, Campli, Controguerra, Torano Nuovo, Alba Adriatica, Colonnella, Controguerra, Corropoli, Giulianova, Martinsicuro, Mosciano S.A., Nereto, Notaresco, S. Omero, Tortoreto, Canzano, Castellalto, Cermignano, Teramo.
H3: Perché, oltre agli inevitabili effetti sull’ambiente ed ai rischi per la salute, le ricadute negative sul turismo, sull’agricoltura, sulla pesca e sugli esercizi commerciali, causerebbero un’emorragia di posti di lavoro, non compensabile con quelli richiesti dal ciclo lavorativo del petrolio.
H3: Ritengo infine doveroso precisare che la maggior parte delle notizie riportate proviene dai comunicati e dagli archivi della Regione Abruzzo e del Ministero dello Sviluppo Economico. Concludo girando ai rosetani e agli abruzzesi lo slogan di Renzo Arbore: “Meditate gente, meditate!”.
H3: Sicuramente le compagnie petrolifere, ma non i residenti!
H3: Soddisfatta per la (quasi) unanime adesione dei politici, la società Medoilgas Italia ha presentato la richiesta di attivazione della V.I.A., pubblicata sul B.U.R.A. l’11 novembre 2011, ultimo atto prima della concessione del nulla osta.
H3: Sono trascorsi più di quattro mesi e il Comitato di Coordinamento Regionale per la Valutazione di Impatto Ambientale continua a tacere.
H3: Ultimo, fra cotanto senno, il sindaco liberalsocialista di Roseto, Enio Pavone, che il 15 dicembre 2011 ha fatto approvare, dalla maggioranza del Consiglio comunale, la sua proposta di riperimetrazione a macchia di leopardo.
H5:  
link onsite185
Onsite link nofollow0
Linkschema

Analysis Server

Ultimi aggiornamenti2017-03-08
IP107.23.27.132
Intestazione
HTTP/1.1 200 OK
Cache-Control: no-cache
Pragma: no-cache
Content-Length: 94201
Content-Type: text/html; charset=utf-8
Expires: -1
Server: Microsoft-IIS/7.5
X-AspNet-Version: 2.0.50727
Set-Cookie: ASP.NET_SessionId=dj2fw345xmxrwh55h0miqkrp; domain=ilcannocchiale.it; path=/; HttpOnly
X-Powered-By: ASP.NET
Date: Wed, 08 Mar 2017 18:57:35 GMT
Connection: close
Uptimeè pasqualeavolio.ilcannocchiale.it giù

Tags

  • borsacchio
  • conosco
  • consiglieri
  • consiglio
  • riserva
  • roseto

Outgoing links

Forse cercavi di scrivere questo?

  • asqualeavolio.ilcannocchiale
  • psqualeavolio.ilcannocchiale
  • paqualeavolio.ilcannocchiale
  • pasualeavolio.ilcannocchiale
  • pasqaleavolio.ilcannocchiale
  • pasquleavolio.ilcannocchiale
  • pasquaeavolio.ilcannocchiale
  • pasqualavolio.ilcannocchiale
  • pasqualevolio.ilcannocchiale
  • pasqualeaolio.ilcannocchiale
  • pasqualeavlio.ilcannocchiale
  • pasqualeavoio.ilcannocchiale
  • pasqualeavolo.ilcannocchiale
  • pasqualeavoli.ilcannocchiale